Me

Stati Uniti pronti a revocare controlli sulla vendita di armi a persone affette da disturbi mentali

I deputati americani hanno votato per revocare le norme varate da Obama. La proposta di legge deve ora passare in Senato ed essere firmata dal presidente Donald Trump

Immagine di copertina

La Camera dei deputati statunitense ha votato con 230 voti a favore e 180 contrari per revocare le norme che richiedono controlli sui precedenti prima di approvare l’acquisto di armi da fuoco da parte di persone con problemi mentali, giovedì 2 settembre 2017. La proposta di legge deve ora passare in Senato ed essere firmata dal presidente Donald Trump prima di entrare in vigore.

Si stima che tali controlli, introdotti dall’amministrazione Obama, abbiano riguardato circa 75mila persone. I controlli sono stati introdotti per verificare la storia pregressa di acquisti di armi da fuoco da parte di persone che ricevono indennità per qualche tipo di disabilità mentale. Ma i parlamentari repubblicani sostengono che tale misura rinforzi gli stereotipi negativi che descrivono le persone con disordini mentali come pericolose.

“Una volta che un burocrate che non è stato eletto inserisce queste persone del sistema federale di controlli, non è più possibile per loro esercitare il diritto previsto dal secondo emendamento”, ha dichiarato Bob Goodlatte.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**