Me

Rex Tillerson ha giurato come segretario di Stato americano

Tillerson ha maturato grande esperienza in una delle più importanti imprese petrolifere statunitense, senza aver mai avuto un ruolo nella pubblica amministrazione

Immagine di copertina

Con una breve cerimonia di giuramento nello studio ovale della Casa Bianca, mercoledì primo febbraio, Rex Tillerson è stato confermato come 69esimo segretario di stato: scelto dal presidente Trump è stato eletto con un 56 voti a favore e 43 contrari.

Come riportato dal quotidiano statunitense New York Times, durante la cerimonia, Trump ha detto che “Tillerson ha compreso l’importanza di rafforzare le nostre alleanze per migliorare i nostri interessi strategici e la sicurezza del nostro popolo”.

Trump ha anche aggiunto: “É tempo di focalizzare l’attenzione sugli affari esteri e di guardare con occhi nuovi il mondo che ci circonda”. 

Tillerson ha ringraziato il presidente e ha promesso di “rappresentare sempre gli interessi di tutti gli americani”.

Rex Tillerson, amministratore delegato di Exxon Mobil dal 2006 ha maturato una grande esperienza come guida della più importante impresa petrolifera statunitense senza, però, aver mai avuto un ruolo nella pubblica amministrazione.

Le doti professionali di Tillerson sono state confermate dal presidente Trump che ha dichiarato che il neo segretario ha potuto accedere in questi anni ai “dossier più importanti” e gestito i negoziati più delicati, assieme ai leader di tutto il mondo.

In attesa di incontrare il suo omologo russo, Tillerson dovrà però occuparsi anche degli affari interni al dipartimento di Stato. Centinaia di dipendenti e funzionari diplomatici hanno infatti firmato, nei giorni scorsi, un documento in cui hanno espresso il proprio dissenso sugli ordini esecutivi firmati dal presidente Trump in materia di immigrazione.

— LEGGI ANCHE: Chi è Rex Tillerson, il nuovo segretario di Stato degli Stati Uniti