Me

Un’app ti permette di incontrare chi odia le tue stesse cose

Hater, scaricabile inizialmente solo negli Stati Uniti l'8 febbraio, consiglia agli utenti nuove persone da conoscere sulla base degli stessi argomenti che si disprezzano

Immagine di copertina

Brendan Alper è un 29enne ex dipendente della Goldman Sachs. Tempo fa si è licenziato dal lavoro per una delle più grandi banche d’affari del mondo per diventare uno scrittore comico.

Proprio da un’idea che voleva essere semplicemente la base per uno sketch, è nata un’applicazione. Hater è un’app di incontri che aiuta gli utenti a conoscere le persone che odiano le loro stesse cose. Dall’onnipresente Donald Trump e Taylor Swift, alla marijuana e al campeggio, sono 2mila – per ora – gli argomenti su cui si possono esprimere le proprie preferenze. 

L’utilizzo dell’applicazione è semplicissimo. Sullo schermo dello smartphone compare un’immagine per argomento: scorrere il dito in giù significa che si odia quel tema, mentre uno swipe in su comunica un forte apprezzamento. Scorrere a sinistra significa che l’argomento non piace, mentre a sinistra che lo si gradisce. È anche possibile rimanere neutrali.

“Incontra le persone che odiano le tue stesse cose” è il motto di Hater. Per ora è in fase beta, solo per iOS, ma sarà scaricabile negli Stati Uniti a partire dall’8 febbraio.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**