Me

Cosa è successo il 1 febbraio nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Stati Uniti – Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato che il conservatore Neil Gorsuch è il candidato da lui scelto per il posto vacante nella Corte Suprema degli Stati Uniti. Se confermato dal Senato, il 49enne sostituirà il giudice Antonin Scalia, deceduto a febbraio 2016 e mai sostituito da Obama.

Unione europea – Il capogruppo del Partito popolare europeo Manfred Weber ha dichiarato durante la seduta del Parlamento europeo che l’uomo scelto dal presidente americano Donald Trump come rappresentante permanente presso l’Unione europea è inaccettabile.

Germania – Tre persone sospettate di essere legate all’Isis sono state arrestate a Berlino in un blitz antiterrorismo della polizia. Secondo l’intelligence tedesca, i tre erano pronti a raggiungere Siria e Iraq per combattere, e frequentavano la stessa moschea salafita di Moabit, dove pregava il tunisino Anis Amri, l’autore dell’attentato al mercatino di Natale avvenuto il 19 dicembre 2016. 

Usa/Iran – Cresce la tensione tra Stati Uniti e Iran dopo il test sul missile balistico lanciato da Teheran il 30 gennaio. Secondo la nuova ambasciatrice americana alle Nazioni Unite, Nikki Haley, il lancio ha violato l’accordo sul nucleare siglato con il governo iraniano.

Israele – Israele ha annunciato piani per la costruzione di tremila nuove abitazioni destinate ai coloni ebrei nei territori occupati della Cisgiordania martedì 31 gennaio 2017. Oggi l’esercito israeliano ha cominciato lo sgombero dell’insediamento illegale di Amona, nei territori palestinesi occupati della Cisgiordania: si sono registrati scontri tra i coloni e le forze dell’ordine. 

Siria – Raid aerei hanno colpito gli uffici della Mezzaluna rossa siriana nella città nordoccidentale siriana di Idlib poco dopo la mezzanotte causando diversi feriti, tra cui il direttore della sede locale dell’organizzazione medica, e danneggiando seriamente la struttura.

Francia – È scaduto il termine entro il quale Marine Le Pen, leader del partito di estrema destra Front National ed europarlamentare, avrebbe dovuto restituire circa 300mila euro al parlamento europeo per uso improprio delle risorse dell’Unione.

Germania – La polizia tedesca ha arrestato un uomo sospettato di aver compiuto un attacco dinamitardo in una stazione ferroviaria di Dusseldorf 17 anni fa. A luglio del 2000, un ordigno artigianale era esploso alla stazione Wehrhahn ferendo dieci persone, quasi tutti immigrati ebrei provenienti dall’ex Unione sovietica. Una delle vittime era incinta e aveva perso il bambino.

Italia – Il Senato italiano ha approvato quasi all’unanimità con 224 sì, un solo no e 6 astenuti, il disegno di legge per contrastare il fenomeno del cyberbullismo. Il provvedimento, a cui sono state apportate modifiche rispetto al testo approvato dalla Camera, dovrà ora ritornare a Montecitorio per la quarta lettura.

Romania – Monito di Bruxelles al governo romeno sul tema della corruzione: la Commissione europea ha esortato Bucarest a non fare passi indietro “nella lotta ai fenomeni corruttivi”.

Yemen – Secondo l’agenzia di stampa iraniana Fars, almeno 80 militari sauditi ed emiratini sono morti in Yemen a causa di un attacco missilistico contro le postazioni dell’Arabia Saudita sull’isola di Zuqar, martedì 31 gennaio 2017.

Camerun – Un gruppo armato ha attaccato una squadra di tecnici della Nazioni Unite al confine tra Camerun e Nigeria uccidendo cinque persone e ferendone diverse, martedì 31 gennaio 2017.

Stati Uniti – La sindaca di un piccolo centro del Texas ha dichiarato pubblicamente di essere transgender. Il coming out di Jess Herbst, prima cittadina di New Hope da otto mesi, è stato affidato a una lettera aperta pubblicata sul sito istituzionale del comune.

Corea del Sud – Ban Ki-moon rinuncia a correre alle prossime elezioni presidenziali in Corea del Sud. Ad annunciarlo è stato lo stesso ex segretario generale dell’Onu in una conferenza stampa convocata d’urgenza all’Assemblea nazionale di Seul. “Rinuncerò alla mia aspirazione di raggiungere un cambio in politica sotto la mia leadership e di unificare il Paese”, ha spiegato Ban in conferenza stampa.

Filippine – Il gruppo per la difesa dei diritti umani Amnesty International ha accusato la polizia delle Filippine di aver sistematicamente pianificato uccisioni extragiudiziali durante la controversa guerra alla droga avviata dal presidente Rodrigo Duterte. 

Africa – L’Unione africana (Ua) vuole ritirarsi in massa dal Tribunale penale internazionale (Tpi). L’organizzazione panafricana, nella quale è stato appena riammesso il Marocco, ha adottato una risoluzione non vincolante martedì 31 gennaio 2017.

Roaming – Dal 15 giugno 2017 nei paesi membri dell’Unione europea il roaming sarà definitivamente abolito, come già annunciato in precedenza.  

Cinema – Gli ormai ex amministratori di Johnny Depp hanno sporto denuncia nei confronti dell’attore, sostenendo che l’attore 53enne avrebbe “vissuto uno stile di vita ultra stravagante, che comportava un dispendio al di sopra dei 2 milioni di dollari al mese, che semplicemente non poteva permettersi”.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Campagna regione lazio