Me

Hamon sarà il candidato dei socialisti alle presidenziali francesi

Il candidato radicale del Partito socialista vince con il 58 per cento dei voti il ballottaggio delle primarie contro l'ex premier Manuel Valls

Immagine di copertina

Benoit Hamon ha vinto le primarie dei socialisti francesi, sconfiggendo l’ex premier Manuel Valls al ballottaggio domenica 29 gennaio 2017. Hamon ha conquistato il 58 per cento delle preferenze contro il 42 per cento di Valls.

Si tratta di una vittoria per l’ala più radicale dei socialisti, dopo la perdita di consensi del presidente di centrosinistra Francois Hollande. Sarà dunque Hamon il candidato alle presidenziali del 23 aprile e 7 maggio 2017.

Arrivato in vantaggio già al primo turno delle primarie, Hamon prevede nel suo programma elettorale l’aumento del salario minimo garantito, la legalizzazione della cannabis, la riduzione dell’orario di lavoro e il voto ai cittadini stranieri nelle elezioni locali.

Hamon ha ricoperto l’incarico di ministro dell’Istruzione nel governo Valls nel 2014, ma è uscito dall’esecutivo a causa di dissidi con il premier.

“Questa sera la sinistra rialza la testa”, è stato il commento del vincitore al ballottaggio. “Costruiremo un Paese nuovo, fiero di sé. Insieme facciamo battere il suo cuore, viva la Repubblica e viva la Francia”.

“Benoit Hamon è ormai il candidato della nostra famiglia politica”, ha commentato lo sconfitto Manuel Valls. “È suo il compito di portare a compimento la missione di riunire la sinistra”.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**