Me

40 profughi siriani arrivano in Italia grazie ai corridoi umanitari

I nuovi arrivi portano a 540 il numero dei rifugiati accolti grazie all'iniziativa promossa dalla Comunità di Sant'Egidio. Saranno mille entro la fine del 2017

Immagine di copertina

Un gruppo di 40 profughi siriani è atterrato questa mattina all’aeroporto di Fiumicino, a Roma, grazie ai corridoi umanitari promossi da Comunità di Sant’Egidio, Federazione delle chiese evangeliche in Italia e Tavola valdese.

I 40 siriani, tra cui diversi bambini, anziani, malati e donne per lo più originari di Damasco, Aleppo e Homs, sono arrivati poco dopo le 6:30 di lunedì 30 gennaio 2017, con un volo di linea Alitalia da Beirut.

All’aeroporto di Fiumicino hanno affrontato le procedure di ingresso, inclusa la verifica dell’identità attraverso le impronte digitali, e sono poi stati affidati ai centri di accoglienza e alle famiglie pronti a ospitarli.

Il progetto dei corridoi umanitari, sottoscritto dai ministeri degli Esteri e dell’Interno, è stato avviato il 15 dicembre 2015 e sono 540 i profughi arrivati in Italia sinora grazie a questa iniziativa. Ne sono previsti mille entro la fine del 2017.

Ad accogliere i nuovi venuti, oltre alle figure istituzionali, c’erano anche alcuni dei rifugiati giunti nei mesi scorsi. Intanto, il presidente della Comunità di Sant’Egidio Marco Impagliazzo ha annunciato che presto saranno accolti anche profughi provenienti dall’Etiopia.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**