Me

Un giudice federale blocca Trump sul rimpatrio forzato di rifugiati e stranieri

Un giudice federale di Brooklyn, New York, ha criticato duramente il nuovo piano sull'immigaziome del presidente degli Stati Uniti

Immagine di copertina

Un giudice federale di Brooklyn, New York, ha temporaneamente stabilito che i cittadini stranieri provenienti da quelle nazioni verso cui il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva recentemente imposto un veto non dovranno essere rimpatriati se provvisti di un regolare visto.

La decisione, che blocca momentaneamente l’ordine esecutivo firmato dal presidente USA, è stata presa in attesa di una più attenta e accurata valutazione circa la situazione di ciascuno dei casi riguardanti i cittadini stranieri chiamati in causa.

Le organizzazioni per i diritti umani stimano che siano almeno 200 finora le persone fermate dalle autorità negli aeroporti degli Stati Uniti (leggi la notizia) in seguito alla linea dura sulll’immigrazione imposta da Trump.

— LEGGI ANCHE: Cosa prevede in pratica il divieto contro immigrati e musulmani voluto da Trump

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**