Me

Raid statunitense contro al-Qaeda in Yemen, morto un soldato americano

Nell'operazione sono stati uccisi 14 membri dell'organizzazione terroristica e secondo fonti locali anche 16 civili

Immagine di copertina

Un soldato delle forze speciali statunitensi è stato ucciso e tre sono rimasti feriti in un attacco contro al-Qaeda in Yemen secondo quanto riferito dal Pentagono domenica 29 gennaio 2017. Nel raid sono stati uccisi 14 membri del gruppo jihadista.

L’operazione di circa 45 minuti, secondo quanto riporta la Bbc, si è svolta nella provincia di al-Baida, nei pressi del villaggio di Yakla. Ha portato all’uccisione di tre figure di spicco dell’organizzazione terroristica: Abdul-Raouf al-Dhahab, Sultan al-Dhahab e Seif al-Nims.

Secondo fonti locali, sono almeno 16 i civili morti durante il raid, otto donne e otto bambini. Sono stati utilizzati diversi elicotteri Apache con a bordo i militari statunitensi e alcuni droni. 

“Siamo molto tristi per la perdita di uno dei nostri soldati”, ha detto il generale Joseph Votel, comandante del comando centrale statunitense. “I sacrifici nella nostra lotta contro i terroristi che minacciano innocenti intorno al mondo sono molto profondi”, ha aggiunto.

In un comunicato dell’esercito Usa si riporta che l’operazione ha portato all’acquisizione di “informazioni utili su futuri atti terroristici in programma”.

Negli ultimi anni, al-Qaeda ha approfittato del caos provocato dalla guerra civile in Yemen per espandere la propria influenza nel sud e sudest del paese.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**