Me

Trump, Google richiama i suoi dipendenti dai paesi islamici: Tornate subito negli USA

L'avviso del colosso di Mountain View: "Rientrate subito negli Stati Uniti". Si stima che siano oltre un centinaio i dipendenti colpiti

Immagine di copertina

Google ha richiamato i suoi dipendenti provenienti dai Paesi islamici a “rientrare negli Stati Uniti il prima possibile” dopo il giro di vite sugli ingressi imposto dal presidente Donald Trump nei confronti di tutti i rifugiati (per 4 mesi) e per i cittadini di sette Paesi – Siria, Libia, Iran, Iraq, Somalia, Sudan, Yemen – per almeno tre mesi.

Sundar Pichai, amministratore delegato di Google, ha precisato che più di 100 dipendenti dell’azienda sono colpiti dalla misura. “E’ doloroso vedere il costo personale di questo ordine esecutivo sui nostri colleghi. Abbiamo sempre reso pubblica la nostra visione in materia di immigrazione e continueremo a farlo”, ha scritto Pichai.

TRUMP, FERMATI I PRIMI RIFUGIATI IN VOLO PER GLI STATI UNITI