Me

Padri e figlie davanti allo specchio per combattere gli stereotipi di genere

Un video cerca di contrastare la tendenza individuata da uno studio americano secondo cui le bambine tra i sei e i sette anni associano l'intelligenza ai coetanei maschi

Immagine di copertina

Secondo un studio americano sugli stereotipi di genere le bambine di età compresa tra i sei e i sette anni credono che l’intelligenza sia un tratto prettamente maschile.

Una notizia sconfortante per i sostenitori dell’uguaglianza di genere. Ma i bambini possono assorbire sin dalla più tenera età idee stereotipiche sulle caratteristiche e i ruoli di genere.

Quando questi concetti si insediano nella mente delle bambine in età così precoce, possono avere un impatto negativo sulla loro carriera scolastica e non solo.

Proprio per evitare che le proprie figlie crescano credendo di valere meno dei propri coetanei, alcuni padri hanno voluto incoraggiarle scrivendo per loro e recitando insieme a loro alcune semplici frasi, come “Io credo in me stessa”, “Io sono forte”, “Io sono intelligente”, “Posso realizzare qualsiasi cosa lavorando sodo”.

Ecco il bellissimo video realizzato da The Scene:

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**