Me

Shia LaBeouf è stato arrestato a New York

Il popolare attore americano è stato preso in custodia durante una performance artistica anti Trump, dopo un alterco con un 25enne

Immagine di copertina

Molte star americane non hanno fatto mistero della propria avversione per Donald Trump sia durante la lunga e controversa campagna elettorale che dopo l’elezione. Tra questi anche l’attore Shia LaBeouf, che è stato arrestato alle prime ore di giovedì 26 gennaio 2017 in seguito a un alterco con un altro uomo fuori dal museo di New York City.

LaBeouf da giorni sta scandendo lo slogan “Lui non ci dividerà” in una performance artistica pubblica trasmessa in diretta streaming.

L’attore è stato preso in custodia dalla polizia dopo aver spintonato un 25enne e avergli graffiato il viso nel tirare la sua sciarpa.

Ironicamente, parlando del suo progetto di attivismo artistico, LaBeouf ha dichiarato che il messaggio fondamentale è “siate gentili gli uni con gli altri”.

L’attore, che è già stato rilasciato, è stato formalmente accusato di aggressione e molestie e dovrà comparire in tribunale il 7 aprile.

(Qui sotto Shia LaBeouf durante il suo progetto artistico all’esterno del museo di New York City. Credit: Usa Today)

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**