Me

Rigopiano, il bilancio delle vittime sale a 24

Altri corpi sono stati recuperati nella notte tra le macerie dell'albergo, ma i soccorritori non perdono le speranze di trovare sopravvissuti

Immagine di copertina

I soccorritori hanno recuperato nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 gennaio i corpi di altre tre vittime nell’hotel Rigopiano, travolto da una valanga a seguito delle tre forti scosse di terremoto del 18 gennaio 2017. Nella mattina di mercoledì altri tre corpi sono stati estratti dalle macerie.

Sette i corpi trovati dai vigili del fuoco nel corso della giornata di martedì, che si aggiungono a quelli rinvenuti negli scorsi giorni. Il bilancio delle vittime sale così a 24. 

Il numero dei dispersi scende invece a cinque, ma non si spengono le speranze per i soccorritori e per i parenti delle vittime di trovare altri sopravvissuti dopo che 11 persone sono già state salvate.

Linda Salzetta è una delle vittime confermate di lunedì 23 gennaio. La ragazza, che lavorava al centro benessere dell’hotel, è la sorella di Fabio, il tuttofare dell’albergo che si è salvato dalla valanga perché si trovava assieme a Giampiero Parete all’esterno della struttura.

In questi giorni Fabio è stato fondamentale per i soccorritori, indicando dove potevamo trovarsi gli eventuali sopravvissuti. Ai vigili del fuoco aveva segnalato dove cercare la sorella, in una zona vicino alla cucina, dove è stato trovato il corpo della ragazza.

A cinque giorni dalla valanga, lunedì 23 gennaio, il salvataggio di tre cuccioli di pastore abruzzese ha ridato speranza alla ricerca.

Qui sotto il video girato immediatamente dopo il loro salvataggio: 


— LEGGI ANCHE: La richiesta di aiuto inviata dall’hotel Rigopiano prima della tragedia

— LEGGI ANCHE: Rigopiano, la procura di Pescare indaga per disastro colposo

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**