Me

Russia, Iran e Turchia raggiungono un accordo per monitorare la tregua in Siria

Le tre potenze stabiliranno un meccanismo congiunto per garantire il rispetto del cessate il fuoco in territorio siriano

Immagine di copertina

Iran, Russia e Turchia stabiliranno un meccanismo trilaterale per osservare e assicurare il rispetto di un cessate il fuoco in Siria e prevenirne ogni violazione. Lo hanno reso noto le tre potenze in una dichiarazione congiunta nel secondo giorno dei colloqui di pace ad Astana, in Kazakistan.

In conclusione alle trattative, i tre paesi hanno inoltre espresso la volontà di implementare la risoluzione 2254 del Consiglio di sicurezza per la pace in Siria, e di includere nel prossimo round di negoziazioni anche i ribelli siriani. Il secondo incontro si terrà a Ginevra il prossimo 8 febbraio. 

Non è chiaro se l’opposizione o il governo di Damasco abbiano appoggiato il comunicato. Ad Astana hanno avuto luogo a partire da lunedì 23 gennaio i negoziati indiretti per la fine della guerra civile siriana, mediati da Mosca e Teheran, che sostengono il presidente Bashar al-Assad, e Ankara, che supporta i ribelli.

— LEGGI ANCHE: Secondo giorno di colloqui di pace sulla Siria in Kazakistan

— LEGGI ANCHE: Cominciano in Kazakistan i colloqui di pace sulla Siria

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**