Me

Presidenziali Francia 2017: Hamon è in testa al primo turno

Francesco Maselli spiega cosa accade nella politica francese, in vista delle elezioni per l'Eliseo del 2017.

Immagine di copertina

Francesco Maselli, doppia laurea in diritto italo-francese conseguita tra Parigi e Roma, spiega settimanalmente su TPI l’evolversi della corsa presidenziale francese che nel 2017 consegnerà l’Eliseo al successore di Francois Hollande.

Di cosa si parla oggi?

Dopo il voto di domenica 22 gennaio per il primo turno delle primarie dei socialisti Benoît Hamon è in testa con il 36 per cento dei consensi, mentre Valls si è fermato al 31 per cento. Lo scarto non è molto largo, ma Arnaud Montebourg, arrivato terzo, ha dichiarato che voterà per Hamon.

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: le primarie dei socialisti

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: corsa a tre per le primarie dei socialisti

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: la campagna di Marine Le Pen è già cominciata

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: Hollande non si ricandida, quale futuro per la sinistra?

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: le divisioni del Front National e la prima volta di Macron

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: a gennaio le primarie dei socialisti, ecco i candidati

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: Macron è la personalità politica

— LEGGI ANCHE: Presidenziali Francia 2017: Le primarie del Partito Socialista minacciano di essere un flop

— LEGGI ANCHE: Chi è Marine Le Pen

— LEGGI ANCHE: Chi è Francois Fillon

*La versione integrale di questo articolo è stata pubblicata con il titolo “Présidentielle 2017, diciottesima settimana: Hamon è in testa al primo turno” su francescomaselli.net

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**