Me

Trump al Lincoln Memorial: non sarete più gli uomini e le donne dimenticati d’America

Alla vigilia del suo insediamento, il presidente eletto si è rivolto brevemente ai suoi sostenitori promettendo di unificare il paese

Immagine di copertina

Alla vigilia del suo insediamento come 45esimo presidente degli Stati Uniti, Donald Trump ha tenuto un breve discorso presso il Lincoln Memorial, accompagnato da un concerto e spettacolari fuochi di artificio, giovedì 19 gennaio 2017.

“Sono solo un messaggero”, ha esordito Trump tra gli applausi dei suoi sostenitori. “Il nostro è un movimento che non si era mai visto da nessuna parte nel mondo, qualcosa di molto, molto speciale”.

Il magnate divenuto presidente ha ricordato ancora una volta come in pochi credessero nella sua vittoria: “Si sono dimenticati di molti di noi. Quando ho cominciato la mia campagna ho chiamato queste persone gli uomini e le donne dimenticati. Da adesso, non siete più dimenticati”.

Ma il futuro inquilino della Casa Bianca ha anche detto che unificherà il paese.

Trump ha promesso di “riportare i posti di lavoro”. “Non permetteremo più che un altro paese si prenda i nostri posti di lavoro. Rinvigoriremo le nostre grandi forze armate. Rafforzeremo i nostri confini … Vi prometto che cambierà tutto”.

“Ci vediamo domani, e non mi importa se sarà una giornata bellissima o se pioverà da matti, sento che sarà stupendo”, ha concluso il presidente eletto. “Voi acclamerete me, ma io acclamerò voi. Lavoreremo insieme e renderemo l’America di nuovo grande, più grande di quanto non sia mai stata”.

(Qui sotto un estratto del discorso di Trump al Lincoln Memorial diffuso dall’emittente statunitense Cnn. Credit: YouTube)

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**