Me

Il meeting di Davos è uno dei luoghi più ambiti per le escort

Ogni anno ragazze provenienti da tutto il paese si recano a Davos in occasione del meeting per lavorare come escort

Immagine di copertina

Circa 3.000 ospiti tra uomini politici, manager, scienziati, di cui circa l’80 per cento di sesso maschile, in un paese in cui la prostituzione è perfettamente legale e regolamentata rappresentano per una escort un’eccellente opportunità di lavoro. Così si presenta per le donne che svolgono questa professione il World Economic Forum che ogni anno si svolge a Davos, in Svizzera.

A riferirlo è l’agenzia di escort svizzera Megaescort, che ha riferito al giornale locale 20Minuten che le ragazze che lavorano con loro non vedono l’ora di andare a Davos, perché lì c’è lavoro per loro e possono quindi guadagnare molti soldi.

Tra le ragazze che hanno raggiunto Davos c’è la 25enne Amelie, che ha riferito sempre a 20Minuten che da quando è arrivata nella località montana all’inizio del meeting, non c’è un giorno in cui non abbia appuntamenti, in molti casi tenendone anche più di uno al giorno. La ragazza dice che le piace lavorare lì, perché si respira un’atmosfera speciale e perché si guadagna bene, visto che le prestazioni costano intorno ai 1.500 franchi svizzeri, pari a circa 1.200 euro.

Dice poi Amelie che molti uomini non mettono il sesso al centro dei loro incontri, ma danno molta importanza magari portarla a cena e scambiare due chiacchiere rilassati mangiando o bevendo una cosa.