Me

Arrestata la moglie dell’autore della strage di Orlando

Noor Salman è accusata di aver aiutato il marito Omar Mateen che nel giugno 2016 uccise 49 persone in un club gay in Florida

La moglie dell’autore della strage di Orlando, in Florida, del giugno 2016 è stata arrestata a San Francisco, California.

Noor Salman è sospettata di aver aiutato il marito Omar Mateen e di favoreggiamento, ma le accuse verranno formalizzate una volta trasferita nello stato della Florida.

Il 12 giugno dello scorso anno, Mateen fece irruzione in un club gay di Orlando e aprì il fuoco sulla folla, uccidendo 49 persone e ferendone oltre 50 prima di venire a sua volta ucciso dalla polizia.

Proprio durante l’attacco, durato circa tre ore, l’uomo aveva giurato fedeltà al sedicente Stato islamico.

Salman, interrogata all’epoca dalla polizia, aveva detto di essere estranea ai fatti e che non sapeva dei piani del marito. Aveva però confermato all’Fbi che Mateen si era radicalizzato nell’arco dell’ultimo anno prima dell’attentato.

La donna, che si è trasferita nell’area di San Francisco dopo la strage, apparirà di fronte al tribunale della California martedì 17 gennaio 2017.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**