Me

Quali leader mondiali parteciperanno ai funerali di Fidel Castro

Oggi la cerimonia di commemorazione. Nel frattempo Donald Trump minaccia su Twitter di revocare l’accordo con l’isola caraibica

Immagine di copertina

Martedì pomeriggio, 29 novembre, a l’Avana si terrà la celebrazione di massa per rendere omaggio a Fidel Castro, mentre i funerali saranno il 4 dicembre, con l’arrivo previsto di leader da tutto il mondo.

Tra chi ha già scelto di non partecipare ci sono il presidente russo Vladimir Putin, il primo ministro canadese Justin Trudeau e la premier britannica Theresa May.

Non ci sarà nemmeno il presidente francese François Hollande, mentre per la Spagna arriverà una delegazione guidata dall’ex sovrano Juan Carlos. Non è stato, invece, comunicato chi rappresenterà l’Italia.

Alla cerimonia non parteciperà nemmeno Barack Obama e il suo vice Joe Biden, nonostante la storica visita all’isola caraibica e la politica di riavvicinamento portata avanti dall’amministrazione statunitense uscente. Un annuncio sarà fatto, nell’ipotesi che sia inviata una delegazione. 

Su Twitter, invece, Donald Trump ha minacciato di revocare l’ordine esecutivo che ha avviato il disgelo con Cuba: “Se Cuba non vuole fare un accordo migliore per il popolo cubano, per il popolo cubano-americano e per gli Stati Uniti nel loro complesso, metterò fine all’accordo”.

Con l’eccezione dei governi sudamericani di sinistra, la maggior parte delle nazioni ha deciso di inviare una delegazione, scegliendo un comportamento di medio profilo.

Già arrivato sull’isola il presidente venezuelano Nicolás Maduro, quello della Bolivia Evo Morales, l’equadoregno Rafael Correa e il presidente del Nicaragua Daniel Ortega. Ha annunciato la partecipazione alla cerimonia anche il presidente del Messico Enrique Peña Nieto.

L’Argentina sarà invece rappresentata dal ministro degli Esteri Susana Malcorra, ma non dal presidente conservatore Mauricio Macri, anche se l’Argentina ha ringraziato Castro nel messaggio di condoglianze per il suo supporto durante la guerra delle Falklands. 

A Cuba arriverà anche il presidente sudafricano Jacob Zuma e una delegazione bipartisan guidata dal ministro dell’Interno indiano Rajnath Singh.

Nel frattempo, continua il pellegrinaggio ininterrotto dei cubani per assistere oggi a L’Avana alla celebrazione del leder maximo. Mercoledì 30 novembre, il discorso di Raúl Castro: poi le ceneri verranno trasportate lungo l’isola.