Me

È morto Fidel Castro, il leader rivoluzionario cubano

Si è spento all'età di 90 anni a Cuba. Era malato da tempo

Immagine di copertina

Fidel Castro, il leader rivoluzionario cubano che ha costruito uno stato comunista alle porte degli Stati Uniti e per cinque decenni ha sfidato gli sforzi dei nemici che tentavano di rovesciarlo, è morto. Si è spento all’età di novant’anni. 

Aveva lasciato il potere al fratello nel 2006 a causa delle sue condizioni di salute. Sarà cremato, secondo i suoi desideri. 

Indossando una divisa verde militare, il presidente di Cuba, Raul Castro è apparso sulla televisione di stato per annunciare la morte del fratello.

“Alle 10.29, il comandante in capo della rivoluzione cubana, Fidel Castro Ruz, è morto”, ha detto, senza specificare la causa della morte. “Hasta la victoria, siempre”. 

Le strade erano tranquille a L’Avana, ma alcuni residenti hanno reagito con tristezza alla notizia, mentre a Miami, dove si trovano molti esiliati da parte del governo comunista, una grande folla ha sventolato bandiere cubane e ha applaudito e ballato alla notizia.

Il rivoluzionario cubano prese il potere nel 1959 in seguito alla rivoluzione contro il regime del dittatore Fulgencio Batista. Ha continuato a governare Cuba per 49 anni, creando uno stato a partito unico.

È stato a lungo considerato un nemico da parte degli Stati Uniti e dei suoi alleati, ma ammirato da molti esponenti della sinistra di tutto il mondo, in particolare dai socialisti rivoluzionari in America Latina e in Africa.

LEGGI ANCHE: CHI ERA FIDEL CASTRO, IL RIVOLUZIONARIO DI CUBA IN TUTA VERDE, BARBA LUNGA E SIGARO SEMPRE IN BOCCA