Me

Un incidente ferroviario in Iran ha causato oltre trenta vittime

Le autorità ritengono che il bilancio sia destinato a salire e non si conosce il numero esatto dei passeggeri che si trovavano a bordo dei due treni che si sono scontrati

Immagine di copertina

Almeno 31 persone sono morte nella collisione tra due treni nella provincia centro settentrionale di Semnan, in Iran, venerdì 25 novembre 2016, e le autorità locali temono che il bilancio sia destinato a salire.

La televisione di stato iraniana ha trasmesso le immagini di quattro vagoni deragliati, due dei quali in fiamme. Un portavoce della Croce rossa iraniana, Mostafa Mortazavi, ha riferito a un’agenzia di stampa locale che i vigili del fuoco sono impegnati nel tentativo di controllare le fiamme.

L’incidente è avvenuto alla stazione di Haft-Khan nella città di Shahroud, circa 400 chilometri a est della capitale Teheran.

“Le vittime fino a ora sono 31 e pensiamo che il numero crescerà”, ha detto il governatore di Semnan Mohammad Reza Khabbaz. Ma i media locali hanno fornito diversi bilanci. Inoltre, almeno 52 persone sono state trasportate in ospedale per le ferite riportate.

Non è noto invece quante persone si trovassero a bordo dei due treni. Tuttavia, l’agenzia di stampa semigovernativa Fars ha riferito che cento dei passeggeri sono stati tratti in salvo.

I soccorsi sono stati rallentati dal fatto che lo scontro è avvenuto in una zona remota e solo un elicottero ha potuto raggiungere il posto.

Le cause dell’incidente non sono state chiarite, sembra che uno dei due treni abbia colpito l’altro entrando in stazione.