Me

Qual è l’impatto del porno sulla vostra vita di coppia

Alcuni studi rivelano come le nostre relazioni di coppia possano essere negativamente influenzate da un consumo abituale di pornografia su internet

Immagine di copertina

Secondo Sam Carr, assistente all’università di Bath, nel Regno Unito, l’industria della pornografia genera un profitto annuale pari a 13 miliardi l’anno, solo negli Stati Uniti. Nove ragazzi americani su dieci vengono esposti alla pornografia prima di compiere la maggiore età. E gli uomini hanno una tendenza enormemente più alta (543 per cento) rispetto alle donne di diventare utenti abituali dei siti porno. 

Alcune ricerche hanno rilevato come l’utilizzo dei siti pornografici abbia in realtà aspetti positivi, quali l’aumento della conoscenza in materia di sesso e una maggiore apertura negli atteggiamenti sessuali. Ma qual è la reale incidenza del porno sulle nostre relazioni di coppia? 

L’evidenza scientifica ha dimostrato come la pornografia su internet possa deformare le idee che abbiamo sul sesso e sulle relazioni. Esiste un forte legame tra il consumo di pornografia e i problemi che ne derivano nelle relazioni di coppia. L’utilizzo frequente dei siti porno è stato associato al rischio di separazione di coppia, a una diminuzione dell’intimità e della soddisfazione sessuale, una più alta percentuale di infedeltà e un atteggiamento compulsivo nei confronti dell’attività sessuale. 

Da cosa sono originati questi problemi di coppia derivanti dal consumo di pornografia? Secondo un professore di Harvard, lo psicologo Deirdre Barrett, la pornografia in rete è una versione di quello che gli scienziati chiamato “stimolo supernormale” (eccessivo), ovvero un’esagerazione artificiale dei fattori che ci stimolano sessualmente.

Come spiega Carr, questo fa sì che nel tempo si perda interesse verso gli stimoli che normalmente regolano la nostra vita sessuale. La pornografia in rete ci offre esperienze sessuali aumentate e la realtà virtuale, che offre infinite opzioni personalizzabili all’utente, risulta in alcuni casi maggiormente appetibile per chi ne fa uso, rispetto a un normale rapporto sessuale.