Me

Una donna è stata uccisa in una casa di riposo per monaci in Francia

L'assassino si è dato alla fuga, al momento nessun elemento conduce alla pista del terrorismo

Immagine di copertina

La polizia francese è alla ricerca di un uomo armato che si è dato alla fuga dopo aver ucciso una donna all’interno di una casa di riposo dove si trovavano circa 60 monaci missionari vicino Montferrier sur Lez, nella campagna a nord di Montpellier, nel sudovest della Francia, venerdì 25 novembre 2016.

Le forze dell’ordine hanno trovato il corpo di una donna accoltellata diverse volte quando hanno fatto ingresso nell’edificio. Secondo una fonte citata dall’agenzia Reuters, la polizia è stata allertata da una telefonata da parte di una custode che è riuscita a liberarsi e a darsi alla fuga dopo essere stata legata e imbavagliata.

Il sospetto era incappucciato e si è dato alla fuga prima dell’arrivo delle forze dell’ordine.”Una donna, una residente, è stata uccisa. Le forze di sicurezza hanno evacuato i residenti, circa 60 persone, che sono al sicuro”, ha detto un funzionario locale a Reuters.

La casa ospita missionari in pensione che hanno lavorato in Africa, insieme ad alcune suore. “Nessun elemento in questa fase indica che si possa essere trattato di un attacco terroristico”, ha detto un’altra fonte.

La Francia ha dichiarato lo stato di emergenza dopo una serie di attacchi terroristici lo scorso anno. Lo scorso finesettimanan alcuni sospetti sono stati arrestati in un’operazione antiterrorismo. Pianificavano attacchi il primo dicembre presso alcune località a Parigi e nei dintorni della città.

Lo scorso luglio due terroristi hanno assaltato la chiesa di Saint-Etienne-du Rouvray, vicino a Rouen, preso in ostaggio due suore e due fedeli e sgozzato il parroco, padre Jacques Hamel.