Me

Chi è la misteriosa senzatetto che vagabonda per Roma

Era stata collegata a Madeleine McCann, la bimba inglese sparita nel 2007 in Portogallo, invece si tratterebbe di una 21enne svedese affetta dalla sindrome di Asperger

Immagine di copertina

È stata identificata dal padre la giovane senzatetto avvistata nel centro di Roma nei giorni scorsi. Secondo quanto riportato dal quotidiano britannico Daily Mail, si tratta della 21enne Embla Jauhojärvi, originaria di Stoccolma, in Svezia, affetta dalla sindrome di Asperger.

A sostenere che si tratti della figlia è Tahvo Jauhojärvi, 54 anni, che dopo aver riconosciuto la ragazza in foto ha allertato la polizia. Dice di aver perso le tracce della figlia sei mesi fa, dopo che questa aveva deciso di andare in Italia a imparare la lingua.

La giovane soffre della sindrome di Asperger, un disturbo pervasivo dello sviluppo che rientra nello spettro dell’autismo ed è caratterizzato dalla compromissione delle capacità di interazioni sociali, da schemi di comportamento ripetitivi e stereotipati e da interessi molto ristretti.

La donna, bionda e con gli occhi chiari, aveva detto alla polizia di chiamarsi Maria e di essere inglese. Alcuni attivisti che si occupano di ricerca di persone scomparse avevano avanzato l’ipotesi che potesse trattarsi di Madeleine McCann, la bambina scomparsa nel 2007 mentre si trovava in vacanza con i genitori a Praia da Luz, in Portogallo, che oggi potrebbe avere l’età o i lineamenti della giovane. 

Nel pomeriggio del 22 novembre la ragazza è stata fermata dalla polizia e portata al commissariato Trevi per effettuare controlli sulla sua identità, ma successivamente è stata lasciata andare dal momento che, non avendo commesso alcuna irregolarità, era impossibile trattenerla. Ora attende di rimettersi sulle sue tracce.

Tahvo Jauhojärvi, che si è separato dalla madre di Embla 13 anni fa, ha detto al Daily Mail che sua figlia ha vissuto con lui negli ultimi otto anni e che dopo aver perso i contatti con lei si è rivolto alla polizia svedese nel tentativo di rintracciarla, ma dopo le prime verifiche gli è stato detto che la denuncia di scomparsa non avrebbe avuto seguito perché si tratta di un’adulta.

Il nuovo marito della madre, Bror Thorén, ha detto di voler raggiungere l’Italia insieme alla moglie e al fratello di Embla per ricongiungersi con lei. “Quello che speriamo è che la polizia italiana la trovi e porti da uno psicologo. A quel punto speriamo di poterla riportare in Svezia, dove potrà essere ricoverata in un ospedale”.

Il sito Missing Persons of America, che si occupa di rintracciare persone scomparse negli Stati Uniti e non solo, aveva associato la giovane anche ad altre bambine e ragazze scomparse, oltre a Madeleine McCann, come Amanda Adlai, rapita in Michigan nel 2008, Maria-Brigitte Henselmann scomparsa in Germania nel 2008 o Vick Voitsekhivska di cui si sono perse le tracce nel 2010 in Ucraina.