Me

Cosa succede oggi nel mondo

Tutto quello che c'è da sapere per la giornata del 22 novembre 2016

Immagine di copertina

Giappone: un terremoto di magnitudo 6.9 ha colpito questa mattina al largo la costa orientale del Giappone. La zona costiera della regione di Fukushima, già gravemente colpita da un evento sismico e uno tsunami che avevano causato un disastro nucleare e circa 18mila morti nel 2011, è stata evacuata, ma l’allarme tsunami è rientrato. L’Agenzia metereologica del Giappone avverte che nei prossimi giorni potrebbe verificarsi una seconda scossa di portata simile. Si tratta di eventi di assestamento collegati proprio al sisma del 2011.

Nuova Zelanda: dopo le scosse di metà novembre, un altro terremoto ha colpito il paese circa 200 chilometri a nordest della capitale Wellington. L’evento sismico non è collegato a quello verificatosi in Giappone questa mattina.

Stati Uniti: sei bambini sono morti in seguito a un incidente che ha coinvolto lo scuolabus sul quale viaggiavano, a Chattanooga, nello stato del Tennessee. Il mezzo, che trasportava studenti tra i cinque e i dieci anni, si è schiantato contro un albero intorno alle 16 ora locale.

Cina: un grave incidente stradale che ha coinvolto diversi veicoli e ha causato la morte di almeno quattro persone mentre altre 40 circa sono rimaste ferite.

Turchia: comincia oggi il processo a 73 individui accusati di appartenere al movimento gulenista, ispirato al religioso musulmano in esilio autoimposto negli Stati Uniti Fethullah Gulen, che verrà giudicato in absentia con l’imputazione di essere il leader di un gruppo armato terroristico.

Italia: al via a Palermo il processo all’uomo di nazionalità eritrea conosciuto come “il generale”, accusato di traffico di esseri umani.

Francia: ricomincia da oggi la campagna elettorale per le primarie del centrodestra. I due concorrenti a sfidarsi per la candidatura alla presidenza sono gli ex primi ministri Alain Juppe e Francois Fillon. Il secondo ha ottenuto il 44 per cento delle preferenze, mentre Juppe ha superato Nicolas Sarkozy di otto punti percentuali.

Libano: si celebra oggi il Giorno dell’Indipendenza con una cerimonia militare. Nei due anni passati, la ricorrenza non era stata celebrata per via dell’assenza di un presidente. Il Libano ha infatti da poco eletto Michel Aoun, dopo 29 mesi di stallo politico.

Stati Uniti: ancora scontri tra la polizia e i manifestanti che protestano contro il gasdotto in terre appartenenti ai nativi in Nord Dakota.

Nazioni Unite: il consiglio di sicurezza dell’Onu si incontra oggi a New York per parlare di acqua, pace e sicurezza.

Giappone: Tokio ospita il primo evento di moda musulmana al Halal Expo.