Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

La bellezza unica degli albini in quindici foto

Una fotografa russa, Yulia Taits, ha voluto cogliere con la sua macchina fotografica l'unicità di queste persone affette da albinismo. Ecco cosa è venuto fuori

Immagine di copertina

Con la sua macchina fotografica, Yulia Taits, non ha voluto imprimere solo i volti e le espressioni facciali dei modelli che hanno posato davanti al suo obiettivo. Ma ha cercato di catturare la loro bellezza intrinseca.

I modelli in questione sono uomini e donne affetti da albinismo. Questa malattia rara si traduce nella depigmentazione parziale o totale della pelle, dei peli e dei capelli, dell’iride e della coroide, da cui deriva una colorazione molto più chiara del normale, spesso addirittura bianca.

Non solo. Le persone affette da albinismo soffrono anche di problemi alla vista e talvolta sono soggetti a cecità. Oltre ai problemi di natura strettamente fisica, gli albini vivono in molti casi ai margini della società o peggio sono vittime sacrificali di credenze popolari (soprattutto in molti paesi dell’Africa orientale).

Qui gli albini sono soggetti a soprusi o peggio a violenze fisiche come mutilazioni di parti del loro corpo rivendute poi al mercato nero. 

Il lavoro fotografico di Yulia Taits vuole restituire a queste persone la loro dignità e mostrare la loro bellezza unica che ipnotizza. 

Qui una serie di scatti realizzati dalla fotografa russa.