Me

I bombardamenti del regime siriano su Aleppo est hanno ucciso 25 civili

Dopo quasi un mese di tregua, sono ripresi da tre giorni i bombardamenti contro i ribelli nella parte orientale della città, almeno 65 le vittime

Immagine di copertina

L’aeronautica e l’artiglieria delle forze governative siriane hanno ucciso 25 civili nei quartieri orientali di Aleppo, giovedì 17 novembre 2016.

Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, i bombardamenti hanno colpito almeno sei diversi quartieri controllati dai ribelli. Da quando è ripresa l’offensiva martedì 15 novembre, dopo quasi un mese di tregua voluta dalla Russia, sono morte almeno 65 persone.

Un corrispondente dell’agenzia di stampa Afp ha raccontato che dalle dieci di questa mattina (ora locale) i bombardamenti sono stati ininterrotti e che sono piovuti sulla città settentrionale diversi barili bomba.

Uno dei raid aerei ha colpito un centro della Difesa civile siriana (i cosiddetti Caschi bianchi) nel quartiere di Bab al-Nayrab, ma non ci sarebbero state vittime.