Me

Maxioperazione contro la pedopornografia in Spagna

Cinquantasei uomini sono stati arrestati dopo 18 mesi di indagini e un notevole spiegamento di forze. Centinaia di hard-disk, cd e dvd sono stati sequestrati

Immagine di copertina

La polizia spagnola ha arrestato oltre 50 persone nel corso di una maxioperazione volta al contrasto alla pedopornografia sul territorio nazionale.

Ci sono voluti un anno e mezzo di indagini e una task force da 150 agenti appartenenti a 33 unità specializzate prima di giungere all’arresto di 56 uomini, quasi tutti di età compresa tra i 40 e i 60 anni.

Nelle loro abitazioni è stato rinvenuto materiale pedopornografico e sono stati sequestrati 173 dischi rigidi e oltre 600 tra cd e dvd contenenti video e immagini di abusi sessuali, alcuni a carattere particolarmente violento, su bambini e bambini di età inferiore ai nove anni, tutti apparentemente asiatici e sudamericani.

Le persone coinvolte scambiavano il materiale attraverso la condivisione di file via internet e li commentavano su piattaforme online, ma nessuno degli uomini fermati compare nelle immagini esaminate. Alcuni, tuttavia, erano già stati fermati per reati connessi alla pedopornografia.

L’operazione ha riguardato l’intero territorio spagnolo, dalle Baleari a Tenerife. A Madrid e Barcellona il numero più alto di fermi, ma gli arresti sono stati effettuati in tutto in 28 località.