Me

Cosa succede oggi nel mondo

Tutto quello che c'è da sapere per la giornata dell'8 novembre 2016

Immagine di copertina

Stati Uniti: si terranno nella serata e nella notte italiana le elezioni presidenziali statunitensi. I candidati alla Casa Bianca hanno concluso le campagne elettorali con manifestazioni in stati ritenuti in bilico, come North Carolina, Pennsylvania e Michigan. La democratica Hillary Clinton, che i sondaggi danno in testa di circa quattro punti, dal palco di Philadelphia ha esortato gli elettori a scegliere un paese “pieno di speranza, inclusivo, dal cuore grande”. Accanto a lei sul palco il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, la first lady Michelle Obama e i cantanti Bruce Springsteen e Jon Bon Jovi. Il repubblicano Donald Trump ha tenuto comizi in cinque diversi stati e ha fatto appello ai suoi sostenitori chiedendo loro di “porre fine a un sistema corrotto”.

Italia: è scontro tra il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker e il governo italiano. Ieri Juncker ha detto che l’Italia “non può più dire – e se lo vuole dire lo può fare, ma io me ne frego in realtà – che le politiche di austerità sono state portate avanti da questa Commissione come erano state messe in atto in precedenza”. Il premier ha replicato che non cederà sulle cifre che il governo ha deciso di stanziare per l’edilizia scolastica, le quali saranno inserite fuori dal Patto di stabilità con l’Europa. Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, su Twitter ha invitato a non oltrepassare certi limiti, riferendosi all’espressione “me ne frego” usata da Juncker in relazione alle obiezioni italiane.

Ungheria: il parlamento voterà oggi sulle quote di migranti che il paese dovrebbe ospitare sulla base degli accordi con l’Unione europea, esprimendosi su un emendamento costituzionale che vieterebbe l’insediamento di “popolazioni straniere” nel Paese.

Australia: la proposta del governo di tenere un referendum popolare sulla legalizzazione del matrimonio tra persone dello stesso sesso è stata bloccata dalla camera alta del parlamento.

Italia: una nuova scossa di magnitudo 4 ha colpito ieri il centro Italia alle 19.56, con epicentro fra Castelsantangelo sul Nera, Visso, Ussita e Preci.