Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Ecco cosa rimane dell’asilo bombardato in Siria dove sono morti sei bambini

Colpi di mortaio hanno colpito l'edificio a metà mattinata di domenica, mentre i bambini stavano giocando fuori durante la ricreazione. Almeno 25 i feriti

Immagine di copertina

Nella giornata di domenica 6 novembre, intorno alle 10 del mattino (ora locale), una scuola materna situata nella città siriana di Harasta, non lontana dalla capitale Damasco, è stata centrata da colpi di artiglieria sparati dalle forze governative fedeli al presidente Bashar al-Assad. 

Nell’attacco sono morti sei bambini mentre altri 25 sono rimasti feriti, secondo quanto riferito dall’Osservatorio siriano per i diritti umani, un gruppo di monitoraggio con sede nel Regno Unito ma che conta una fitta rete di contatti sul campo. 

I bambini si stavano godendo la breve ricreazione all’aperto ed erano impegnati a giocare sugli scivoli e sulle giostre, quando l’edificio è stato colpito dall’artiglieria pesante. Tra le vittime è stato segnalato anche il figlio di un volontario dei White Helmet (Caschi bianchi siriani). 

La città di Harasta, nella regione della Ghuta orientale, è sotto il controllo dei gruppi ribelli. 

Qui alcune immagini che mostrano ciò che rimane dell’edificio bombardato.