Me

La mappa delle nazioni offese da Donald Trump

Trump ha condotto una campagna elettorale fondata su insulti agli avversari. A volte a finire nei volgari attacchi sono finite intere nazioni: ecco la lista

Immagine di copertina

Donald Trump ha condotto una campagna elettorale caratterizzata tra le altre cose da insulti ai suoi avversari. Come ha mostrato un’inchiesta del New York Times, la sua retorica è stata contraddistinta da un odio indiscriminato e volgare per meri fini propagandistici. A volte, come nel caso del Messico, a essere insultate sono state intere nazioni. Nella mappa interattiva di TPI, tutte le nazioni che sono state bersagliate da Trump dalle primarie fino agli ultimi giorni di campagna elettorale.

(sotto, la mappa interattiva, e a seguire le frasi di Trump su ogni paese)

– Stati Uniti: “La nostra nazione è diventata la discarica del mondo” (fonte: twitter)

– Messico: “Portano le droghe, portano il crimine, sono stupratori” (fonte: www.indy100.com)

– Svezia e Finlandia: I sostenitori di Trump hanno insultato la Svezia e la Finlandia, disegnandone i confini a forma di pene (Fonte: www.dailydot.com)

– Germania: “Il popolo tedesco è sotto attacco per aver permesso ai migranti di entrare nel loro paese” (Fonte: twitter)

– Francia: Trump non ha escluso il bando dell’immigrazione dalla Francia, sostenendo che ormai lo stato è “totalmente compromesso con il terrorismo”. (Fonte: cnn)

– Regno Unito: “Il Regno Unito sta cercando di nascondere il suo enorme problema musulmano”. (Fonte: twitter)

– Siria, Libano, Giordania, Iraq, Oman, Yemen, Egitto, Gibuti, Somalia, Sudan, Chad, Niger, Burkina Faso, Guinea, Sierra Leone, Senegal, Mali, Mauritania, Marocco, Algeria, Tunisia, Libia, Albania, Bosnia Erzegovina, Turchia, Bangladesh, Emirati Arabi, Afghanistan, Pakistan, Indonesia, Malesia, Kazakhstan, Uzbekistan, Kosovo, Azerbaijan, Tajikistan, Turkmenistan, Kyrgyztan: Trump ha proposto il bando dell’Islam in seguito agli attacchi di Parigi e di bloccare l’immigrazione “da qualsiasi paese che è stata compromessa dal terrorismo” (Fonte: cnn)

– Grecia: Stiamo diventando la Grecia. Stiamo diventando una nazione che non può essere salvata (www.politico.eu)

– Arabia Saudita, Giappone, Corea del Sud: “Giappone, Germania, Arabia Saudita e Corea del Sud ci sono debitrici perché paghiamo per la loro sicurezza. Dovrebbero pagare miliardi di dollari agli Stati Uniti che li difendono. Senza di noi sarebbero persi”. (Fonte: cnn)

– Australia: Un parlamento nazionale australiano ha definito Trump una lumaca rivoltante incapace di governare in risposta a una serie di commenti sprezzanti di Trump nei confronti della nazione. (Fonte: independent)

– Cina: La Cina ha stuprato gli Usa con la sua politica commerciale. (Fonte: ilsole24ore)

– Filippine: Sono state definite da Trump una “nazione terrorista”. (Fonte: new york times)

– India: Trump ha imitato l’accento indiano per esprimere il suo disappunto sui call center americani. (Fonte: thehill.com)

– Iran: “L’Iran continua a ritardare l’attuazione dell’accordo sul nucleare e a tramare alle nostre spalle. Dobbiamo duplicare le sanzioni”. (Fonte: twitter)

-LEGGI ANCHE: COSA SUCCEDERÀ ALLE RELAZIONI CON CUBA DOPO LA VITTORIA DI TRUMP

Campagna regione lazio

TRUMP SI IMPEGNA A CONTINUARE A DIFENDERE LA COREA DEL SUD

— IL MESSICO NON PAGHERÀ PER LA COSTRUZIONE DEL MURO MA COLLABORERÀ CON TRUMP