Me

Chi sono i ministri del nuovo governo spagnolo

Dopo quasi un anno senza governo, la Spagna ha un nuovo esecutivo. Il nuovo governo spagnolo di minoranza, guidato da Mariano Rajoy, ha giurato davanti al re Felipe VI

Immagine di copertina

Dopo quasi un anno senza governo, la Spagna ha un nuovo esecutivo. Il nuovo governo spagnolo di minoranza, guidato da Mariano Rajoy, ha giurato davanti al re Felipe VI. I tredici ministri che compongono l’esecutivo vengono tutti dalle fila del partito popolare. Di questi, 6 sono nuovi e 7 sono stati riconfermati.

Per quasi dieci mesi la Spagna ha attraversato un periodo di stallo istituzionale, non essendo riuscita a formare un esecutivo dopo le elezioni del dicembre 2015 e del giugno 2016 in cui nessun partito era riuscito a ottenere la maggioranza per governare.

Rajoy, dopo svariati fallimenti, ha infine ottenuto in parlamento la fiducia con i voti del partito popolare e di Ciudadanos e con l’astensione dei socialisti. Di fatto questo nuovo esecutivo porterà avanti le politiche già avviate da Rajoy, senza rappresentare sostanziali novità né inversioni di rotta. Di seguito i membri del nuovo esecutivo di minoranza. 

I nuovi ministri:

– Alfonso Dastis Quecedo, ministero degli Esteri 

– Juan Ignacio Zoido Alvarez, ministro degli Interni 

– Inigo de la Serna Hernaiz, ministro dei Lavori pubblici e trasporti

– Alvaro Nadal Belda, ministro dell’Energia, turismo e agenda digitale

– Dolors Monserrat Monserrat, ministra della Salute e servizi sociali

– Maria Dolores de Cospedàl, ministra della difesa 

I ministri confermati: 

– Soraya Saènz de Santamaria, fedelissima di Rajoy, vice-primo ministro e ministra per la Catalogna

– Luis De Guindos, ministro dell’Economia

– Rafael Català, ministro della Giustizia

– Cristobal Montoro, ministro della Funzione pubblica

– Inigo Mendez de Vigo, ministro della Cultura e Istruzione 

– Fatima Banez, ministra della Sicurezza sociale

– Isabel Garcia Tejerina, ministra dell’Agricoltura pesca e ambiente