Me

Il nuovo sindaco di Rio de Janeiro è un vescovo evangelico

Marcelo Crivella, 59 anni, è un leader conservatore ma anche il vescovo di una chiesa evangelica fondata da un suo zio

Immagine di copertina

Un vescovo evangelico è stato eletto sindaco di Rio de Janeiro al secondo turno domenica 30 ottobre 2016 confermando la crisi della sinistra che ha dominato il Brasile per oltre un decennio.

Marcelo Crivella, controverso leader conservatore già senatore per il Partito repubblicano brasiliano, vescovo e nipote del fondatore di una chiesa evangelica (la Chiesa universale del Regno di Dio) ha sconfitto il candidato progressista conquistando la seconda città del paese con un margine di quasi il 20 per cento.

Crivella, 59 anni, aveva incontrato aspre proteste per aver criticato in passato l’omosessualità e il cattolicesimo, la religione dominante in Brasile, ma era riuscito a fare marcia indietro prendendo le distanze da quei commenti e promettendo di governare in nome della popolazione di Rio e non della sua congregazione.

Inoltre, ha promesso di migliorare i servizi pubblici, la sanità, i trasporti e la nettezza urbana, guadagnandosi il voto delle classi lavoratrici.

La sua vittoria rafforza una destra in ascesa dopo 13 anni di dominio incontrastato del Partito dei lavoratori di Luiz Inacio Lula da Silva e Dilma Rousseff, caduto sotto i colpi della recessione economica e di un gigantesco scandalo sulla corruzione istituzionalizzata.