Me

In Australia l’autista di un bus è stato bruciato vivo da un passeggero

Il giovane era un indiano di 29 anni. Non sono chiare le ragioni del gesto, ma la polizia ha escluso la pista del terrorismo. Sgomento fra la comunità indiana di Brisbane

Immagine di copertina

Manmeet Alisher aveva 29 anni e nella vita era un autista di mezzi pubblici. Era alla guida di un autobus, quando un uomo gli si è avvicinato non per chiedergli informazioni, ma per stroncare la sua breve vita nel modo più atroce: lanciandogli addosso del liquido infiammabile e bruciandolo vivo.

L’episodio è accaduto venerdì 27 ottobre a Brisbane, la città più popolosa nello stato australiano del Queensland e la terza città più popolosa dell’Australia. 

Il giovane conducente era piuttosto conosciuto e benvoluto nella sua comunità d’appartenenza, quella indiana. Dopo l’aggressione, sei passeggeri “profondamente sconvolti e traumatizzati” dalla scena sono fuggiti fuori dal veicolo avvolto nel fumo, aiutati da un tassista che si è fermato accanto al mezzo riuscendo a salire a bordo e ad aprire la porta sul retro del bus. 

Secondo le prime informazioni fornite dalle autorità locali, sono almeno undici le persone rimaste intossicate dal fumo o lievemente ferite, le quali sono state assistite dai paramedici accorsi sul luogo. 

Intanto, il responsabile è stato arrestato dalla polizia che esclude la pista del terrorismo. Si tratta di un uomo di 48 anni, di cui non sono state fornite le generalità. Le autorità hanno dichiarato che non vi “era alcun motivo apparente” che potesse giustificare quest’attacco. 

La comunità indiana di Brisbane è sconvolta da questa morte inspiegabile. Gli amici hanno descritto il giovane indiano come “una brava persona che nel tempo libero si esibiva come cantante dotato di talento”. 

“Tutte le persone si sono accalcate sul retro del mezzo nel tentativo di uscire fuori e mettersi in salvo, mentre le fiamme lambivano la parte anteriore del bus”, ha raccontato un agente al quotidiano locale. 

Il sindaco di Brisbane, Graham Quirk, si è detto rattristato per quanto accaduto. “Questo è un giorno molto triste per noi e per tutta la comunità”. Intanto, per la giornata di domani, tutte le bandiere sugli edifici governativi della città saranno a mezz’asta come segno di rispetto per Manmeet Alisher.