Me

Un raid aereo vicino una scuola ha ucciso almeno 22 persone in Siria

L'attacco ha colpito un villaggio nella provincia di Idlib, vicino ad Aleppo. Tra le vittime almeno un insegnante e sette bambini

Immagine di copertina

Un raid aereo ha provocato la morte di almeno 22 persone di cui sette bambini in un villaggio nella provincia di Idlib, in Siria, secondo quanto ha riferito l’Osservatorio siriano per i diritti umani, un’organizzazione con sede nel Regno Unito, mercoledì 26 ottobre.

L’attacco ha colpito diversi punti del villaggio di Haas, inclusa una scuola elementare e media, uccidendo almeno un insegnante oltre ai bambini. Non è chiaro se il bombardamento sia avvenuto da parte delle forze siriane o di quelle russe.

La provincia di Idlib si trova nei pressi di Aleppo, nel nord-ovest della Siria, e costituisce la più grande zona abitata controllata dai ribelli.

Un servizio sulla televisione di stato siriana – citando una fonte militare – ha riferito che alcuni miliziani sarebbero stati uccisi nelle loro postazioni ad Haas, ma non ha fatto alcun cenno alla scuola.

Nel territorio si trovano ribelli appartenenti sia a gruppi nazionalisti riconducibili all’Esercito siriano libero (Free Syrian Army) sia a gruppi islamisti – tra cui l’ex affiliato di al-Qaeda Jabhat Fateh al-Sham.

L’elevato numero di vittime provocate dagli attacchi aerei dell’esercito siriano e delle forze russe nelle aree sotto il controllo dei ribelli ha suscitato le critiche dei paesi occidentali e dei gruppi internazionali in difesa dei diritti umani.