Me

Obama legge i tweet che lo insultano e risponde per le rime a Donald Trump

Ospite della trasmissione televisiva Jimmy Kimmel Live, il presidente degli Stati Uniti ha letto una serie di tweet di offese nei suoi confronti, tra cui uno di Trump

Immagine di copertina

Lunedì 24 ottobre, in una delle sue ultime apparizioni
televisive prima di terminare il suo secondo mandato come presidente degli
Stati Uniti, Barack Obama ha partecipato al talk show notturno Jimmy Kimmel Live, e in particolare al
segmento del programma dedicato ai “mean tweets”.

In questo tradizionale appuntamento, che vede ogni volta un
personaggio noto da solo sullo schermo, l’ospite di turno legge da un cellulare
una serie di tweet offensivi nei suoi confronti, scelti dagli autori del
programma tra le migliaia che ogni giorno compaiono su Twitter.

L’effetto, con il malcapitato che deve recitare offese a se
stesso in diretta televisiva, è sempre piuttosto divertente, e anche l’apparizione
di Obama non ha deluso da questo punto di vista, con il presidente costretto a
leggere ad alta voce commenti poco lusinghieri come “Obama non saprebbe
negoziare nemmeno per farsi fare un Whooper senza cetriolini” o “Ho appena
scoperto che mia figlia fa il compleanno lo stesso giorno di Obama. VOMITEVOLE”.

Altri tweet facevano invece riferimento a fenomeni culturali
non particolarmente amati, come il gruppo musicale Nickelback o il film
catastrofico-demenziale Sharknado: “Obama
è il Nickelback dei presidenti”, e “Obama è lo Sharknado dei presidenti. Fastidioso, stupido e sopravvalutato”.

C’è stato però anche un momento di rivalsa per Obama, quando
dopo aver letto il tweet di Donald Trump che recitava “Il presidente Obama
verrà probabilmente ricordato come il peggior presidente nella storia degli
Stati Uniti!”, ha commentato “”Davvero? Be’, Donald Trump, almeno io
verrò ricordato come presidente”.

Questo il video completo:


Obama aveva già partecipato alla trasmissione nel 2015, e questi erano stati i tweet letti in quell’occasione: