Me

Il posto di mia moglie è nella mia cucina, la controversa battuta del presidente nigeriano

L'exploit di Muhammadu Buhari è la piccata risposte alle critiche pubbliche che la moglie Aisha, donna d'affari e attivista, gli ha rivolto in un'intervista

Immagine di copertina

“Non so a quale partito appartenga mia moglie, ma di sicuro appartiene alla mia cucina, al mio soggiorno e all’altra stanza”, ha dichiarato ridendo il presidente della Nigeria Muhammadu Buhari in visita in Germania.

Se voleva essere una battuta di spirito, è altamente improbabile che la cancelliera Angela Merkel, sua ospite, l’abbia gradita e lo sguardo che gli ha rivolto sembrava tutt’altro che divertito.

Ma perché Buhari si è lasciato andare a un simile exploit?

La ragione è molto semplice. Aisha Buhari ha dichiarato pubblicamente che potrebbe non sostenere la rielezione del marito a meno che non dia una scossa al suo governo.

Aisha Buhari, donna d’affari e attivista, aveva infatti dichiarato al servizio Bbc Hausa che il governo del marito è ostaggio di alcune persone che sono riuscite a dirottare le nomine presidenziali.

Una critica molto esplicita sia al marito che alla sua amministrazione che, evidentemente, Buhari non ha mandato giù.

Perciò, quando durante la conferenza stampa i giornalisti gli hanno chiesto come avesse preso questo “tradimento” proveniente dalle sue stesse mura domestiche, il presidente nigeriano ha dichiarato che al suo quarto mandato ne sa certamente più della moglie di politica.

Ma la sua battuta ha infastidito molti per il suo aperto sessismo e c’è anche chi si chiede a quale stanza alludesse Buhari con “l’altra stanza”.

Il tentativo del suo portavoce di difendere la posizione del presidente e liquidare come umorismo la sua infelice frase sembra non aver convinto praticamente nessuno e già si vocifera di crisi perché dopo l’intervista di Aisha Buhari e la piccata risposta del marito, la reputazione del presidente ha subito un duro colpo, senza contare le difficoltà in cui versa un esecutivo attanagliato da crisi economica, sanguinose incursioni del gruppo estremista Boko Haram, la vicenda sospesa delle ragazze di Chibok rapite dai miliziani islamisti, e un malcontento strisciante all’interno dello stesso partito di governo.

(Qui sotto la battuta del presidente della Nigeria Muhammadu Buhari sulla moglie. Credit: YouTube/Bbc)