Me

I minori non accompagnati del campo profughi di Calais saranno presto trasferiti nel Regno Unito

I bambini che hanno parenti oltremanica saranno trasferiti nel paese prima che le autorità francesi chiudano la "Giungla"

Immagine di copertina

I funzionari francesi e britannici hanno cominciato a registrare i minori non accompagnati nel campo profughi di Calais per stabilire quali verranno trasferiti nel Regno Unito.

Secondo quanto appreso dalla Bbc, nei prossimi giorni un numero significativo di bambini rifugiati, oltre 300, verranno portati oltremanica per ricongiungersi con i parenti che già vivono nel paese. 

La legislazione europea, infatti, stabilisce che i minori non accompagnati hanno il diritto di richiedere asilo nei paesi in cui hanno famiglia e la legge britannica stabilisce che sia il governo del Regno Unito a doversi occupare del loro trasferimento.

Dato l’imminente chiusura della “Giungla” da parte delle autorità francesi, il ministro dell’Interno britannico Amber Rudd ha dichiarato che il governo intende trasferire il prima possibile i bambini.

Tuttavia, l’organizzazione non governativa Safe Passage che sta collaborando con le autorità ha fatto sapere che non esiste ancora alcun piano operativo.

Inoltre, le amministrazioni locali hanno richiesto fondi aggiuntivi per sostenere il ricollocamento dei bambini nelle comunità di arrivo.

Anche sul fronte francese sono sorti dubbi in merito all’effettiva capacità delle autorità di trovare soluzioni alternative al campo di Calais, nonostante le promesse del governo Hollande.