Me
La foto della coppia in overdose che ha fatto il giro del mondo
Condividi su:

La foto della coppia in overdose che ha fatto il giro del mondo

La foto è stata diffusa il 10 settembre 2016 dalla polizia dell'Ohio per sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema delle droghe

10 Set. 2017

Il 10 settembre 2016, la polizia dell’Ohio ha rilasciato una scioccante fotografia che ritrae una coppia in preda a una crisi da overdose di eroina in un’automobile con un bambino di quattro anni sul sedile posteriore. La foto ha già fatto il giro del mondo.

Rhonda P., 50, e James A., 47, sono stati accusati di aver messo in pericolo il bambino dopo aver perso i sensi in macchina, a East Liverpool.

Il figlio di Pasek, è stato preso in custodia dai servizi sociali della contea.

Le Autorità hanno detto di aver rilasciato l’immagine per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dell’eroina, nello stato del Midwest.

I funzionari hanno scritto su Facebook: “Sentiamo la necessità di mostrare l’altro lato di questa orribile droga. Abbiamo bisogno di essere una voce per i bambini coinvolti in questo orribile disastro. Questo bambino non può parlare per se stesso, ma siamo fiduciosi che la sua storia può convincere qualcun altro a pensarci due volte prima di iniettarsi questo veleno, avendo un bambino sotto la propria custodia. Siamo consapevoli del fatto che alcuni potranno essere turbati da queste immagini”.

La coppia è stata arrestata dopo essere stata fermata da un poliziotto che si era accorto della guida irregolare dell’auto su cui viaggiavano, dal momento che l’uomo alla guida stava lentamente perdendo i sensi. La donna aveva già perso i sensi in precedenza, era per questo che l’uomo la stava accompagnando in ospedale.

I paramedici sono stati chiamati immediatamente per somministrare farmaci anti-overdose alla coppia. I due sono stati portati in ospedale e successivamente in tribunale.

La foto diffusa di Facebook:

Il giornalismo richiede risorse e scegliere di mantenere gratuito l’accesso a un giornale indipendente come TPI significa dover contare anche sulla pubblicità: questa è la ragione per cui vedi tanti annunci. Se vuoi contribuire a migliorare il nostro giornale e leggere gli articoli senza pubblicità anche da mobile iscriviti a TPI Plus, basta davvero poco ➝ www.tpi.it/plus