Me

Sparatoria a Copenaghen, due agenti e un civile feriti, uno è grave

La polizia è intervenuta sul luogo in tenuta antisommossa e sta chiedendo agli abitanti di stare lontani dalla zona

Immagine di copertina

Un agente è stato ferito alla testa e un altro alla gamba in una sparatoria avvenuta alle 23 di mercoledì 31 agosto a Christiania, il quartiere autogovernato di Copenaghen. La notizia è stata confermata dalla polizia di Copenaghen su Twitter.

Gli agenti sono stati attaccati mentre erano di pattuglia. Tra i feriti c’è anche un civile. Dall’account Twitter la polizia ha chiesto agli abitanti di stare lontano dalla zona e ha assicurato che è massicciamente presente sul luogo dell’incidente e starebbe cercando il colpevole in fuga.

Secondo il canale televisivo TV2 tutte le strade nel quartiere sono state transennate e sono intervenuti agenti in tenuta antisommossa. Un testimone ha raccontano al quotidiano Ekstra Bladet di aver udito almeno otto-nove colpi d’arma da fuoco e quando si è affacciato alla finestra avrebbe visto entrare nel quartiere numerosi agenti di polizia.

Christiania, nota anche come Città Libera di Christiania, è un quartiere parzialmente autogovernato della capitale danese con circa 900 abitanti, che ha conseguito uno status semi-legale come comunità indipendente e in cui la polizia normalmente non entra.

Ex base militare abbandonata è stata occupata nel 1971 da una comunità che la ha simbolicamente proclamata Repubblica autonoma. Tollerata dal governo danese, Christiania si è imposta proprie leggi autonome, tra cui quella per la libera circolazione della cannabis.

Un Tweet della polizia di Copenaghen sulla sparatoria a Christiania: