Me

Tre morti e almeno 50 feriti in un attacco a Elazig, nel sud est della Turchia

Secondo l'agenzia stampa turca Dogan dietro l'attentato vi sarebbe il gruppo militante curdo Pkk

Immagine di copertina

Almeno tre persone sono state uccise e più di 50 sono rimaste ferite in un attentato causato da un’autobomba in una stazione di polizia nella città turca orientale di Elazig. 

Alcuni filmati hanno mostrato un grande pennacchio di fumo alzarsi dall’area immediatamente dopo la violenta esplosione e ingenti danni alla facciata della stazione di polizia.

Secondo l’agenzia stampa turca Dogan dietro l’attentato vi sarebbe il gruppo militante curdo Pkk, che ha condotto numerosi attacchi simili nel sud est del paese negli ultimi mesi.

Ieri altre tre persone erano rimaste uccise e decine ferite nell’esplosione di un’altra autobomba a Van, al confine con l’Iran. 

Nessuno ha finora rivendicato la responsabilità per l’attacco.

Le violenze nel sud-est della Turchia, a maggioranza curda, sono esplose dal luglio 2015, quando si è infranto il cessate il fuoco che durava da due anni e mezzo. Il Pkk è considerato un gruppo terroristico.