Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Dentro le biblioteche più belle del mondo

Il sito Business Insider ha realizzato una lista di quelle che sono considerate le più belle biblioteche e sale da lettura del pianeta, tra antichità e modernità

Immagine di copertina

Per gli amanti della lettura, una biblioteca è di per sé un
bel luogo, ma ce ne sono alcune nel mondo che svettano sulle altre, e il sito Business Insider ha realizzato una lista
di quelle che sono in assoluto considerate le più belle.

Per chi voglia immergersi tra i libri o godersi il silenzio,
il primo luogo verso cui dirigersi è a quanto pare la Biblioteca Strahav di
Praga, ospitata nel complesso di edifici cinquecenteschi noto come Clementinum
e considerata la più bella biblioteca del mondo. Dispone di due sale divise per
ambiti: la Sala Teologica e la Sala Filosofica, entrambe costruite intorno alla
fine del 18esimo secolo.

Oltre a decine di migliaia di manoscritti rari, le sale sono
adornate da affreschi sui soffitti e mappamondi antichi.

C’è poi la Sala di lettura reale portoghese a Rio de Janeiro,
in Brasile, costruita nel 19esimo secolo e luogo che raccoglie oltre 350mila
opere, che costituiscono la più grande collezione di opere portoghesi al di
fuori del Portogallo. La sala è completamente rivestita di libri, molti dei
quali risalenti al 16esimo secolo.

La George Peabody Library a Baltimora, negli Stati Uniti, è
intitolata al filantropo George Peabody, che la fece costruire come dono per i
cittadini della città e ne affidò il progetto all’architetto del 19esimo secolo
Edmund Lind.

Sempre negli Stati Uniti, un altro luogo imperdibile per gli
amanti dei libri è la New York Public Library di New York, che contiene quasi
53 milioni di opere, ed è la terza più grande biblioteca del mondo. La “Sala rosa”
della biblioteca si estende per quasi due isolati della città, e contiene 42
tavoli di rovere per accomodare i lettori.

Per chi invece ama di più la contemporaneità, c’è la Biblioteca
Reale di Copenhagen, Danimarca, o almeno la sua estensione nota come “Diamante
nero”, completata solo nel 1999 e i cui giochi di luce dovuti alle superfici di
vetro e all’acqua circostante rendono l’interno dell’edificio uno spazio
incredibile.

Sempre per chi apprezza l’architettura più recente, una
buona meta è la Sir Duncan Rice Library a Aberdeen, Regno Unito, biblioteca nota
per le sue forme moderne e per l’uso di tecnologie sostenibili, come i pannelli
fotovoltaici sul tetto per convertire l’energia solare in energia elettrica.

Infine, tra le biblioteche più belle non può mancare quella
più nota della storia: la Biblioteca di Alessandria d’Egitto, che ovviamente
non è quella dell’antichità (distrutta nel III secolo), ma quella ricostruita
nel 2002 per rendere omaggio all’originale.