Me

In Italia una proposta di legge criminalizza i genitori vegani

La bozza, presentata da Elvira Savino di Forza Italia, prevede pene detentive per i genitori che impongono ai figli una dieta vegana

Immagine di copertina

La deputata Elvira Savino di Forza Italia ha avanzato una proposta di legge contro i genitori che impongono ai loro figli una dieta vegana.

Secondo il disegno di legge, i genitori che sottopongono i figli a “una dieta priva degli elementi essenziali per una crescita salutare e bilanciata” rischiano fino a sette anni di carcere, a seconda delle conseguenze sulla salute dei bambini.

“Non ho nulla contro i vegani o il veganismo fintanto che si tratta della libera scelta di persone adulte”, ha dichiarato Savino dopo aver presentato il testo della proposta.

“Semplicemente, trovo assurdo che ad alcuni genitori sia permesso di imporre il loro volere sui figli in un modo quasi fanatico o religioso, spesso senza appropriate conoscenze scientifiche o consulenza medica”, ha aggiunto.

Alcuni pediatri sono contrari alla dieta vegana perché, secondo loro, non è sufficiente all’apporto nutrizionale di cui i bambini necessitano. Al contrario, alcuni dietologi ritengono che la dieta vegana sia perfettamente adatta ai bambini, purché correttamente bilanciata.

I vegetariani non consumano né carne né pesce, mentre i vegani non consumano alcun tipo di prodotto di origine animale, incluse uova e latticini.

La legge propone pene detentive della durata di un anno per i genitori che impongono al figlio una dieta vegana, fino a quattro anni se il bambino sviluppa problemi di salute permanenti e fino a sette anni se il bambino muore a causa della dieta. Si applica a minori sotto i 16 anni di età e le pene sono maggiori se si tratta di un bambino sotto i tre anni di età.

Secondo Savino, inoltre, i pediatri dovrebbero essere obbligati per legge a denunciare alle autorità i genitori vegani proprio come avviene quando rilevano segni di maltrattamento.

La bozza sarà discussa dalle commissioni parlamentari prima che passi alla Camera per il dibattito, previsto per quest’anno.

Savino, 39 anni, ha un figlio di sette. Consuma carne, “ma non troppa”, e dice di aver pensato al disegno di legge dopo essere stata scioccata da alcuni episodi recenti. Negli ultimi 18 mesi, infatti, quattro bambini sono stati ricoverati per malnutrizione causata da una dieta vegana. 

Il mese scorso a Milano i dottori che avevano in cura un bambino di un anno hanno stabilito che le sue condizione di salute – pesava come un bambino di tre mesi – erano imputabili proprio a una dieta vegana.

Nel 2014, il tribunale aveva ordinato a una donna divorziata di interrompere la dieta strettamente vegana del figlio dodicenne dopo che il padre l’aveva denunciata asserendo che ne aveva compromesso la crescita.