Me

Olimpiadi di Rio, perché l’acqua della piscina dei tuffi è diventata verde

In molti hanno notato come l'acqua della piscina utilizzata per i tuffi sia diventata da un giorno all'altro di colore verde, quando la piscina vicina è rimasta azzurra

Immagine di copertina

Sono molti quelli che tra ieri e oggi, dopo aver visto la finale femminile di tuffi sincronizzati dalla piattaforma di 10 metri, hanno fatto notare l’improvviso cambiamento di colore dell’acqua della piscina del Centro Acquatico Maria Lenk.

In particolare, lunedì sera, quando si è svolta la finale maschile dei tuffi da 10 metri, l’acqua nella piscina era azzurro chiaro, come sono solitamente tutte le piscine usate per questo genere di eventi; tuttavia il giorno dopo, nella stessa piscina il colore dell’acqua era visibilmente cambiato verso una tonalità verde.

Nella giornata di mercoledì, un portavoce dell’organizzazione, Mario Andrada, ha indicato in una “proliferazione di alghe” la causa del cambiamento cromatico, dovuta al “caldo e all’assenza di vento”, sostenendo che presto l’acqua sarebbe tornata azzurra.

Nel frattempo però, come prevedibile, il colore dell’acqua ha scatenato l’ironia del web, che attraverso Twitter ha diffuso molte immagini umoristiche in riferimento all’accaduto.

Un comunicato diffuso dagli organizzatori ha confermato che è stata avviata un’indagine al riguardo, sottolineando in ogni caso che erano stati fatti test di sicurezza che avevano considerato l’acqua idonea per la balneazione.

Il tweet della tuffatrice italiana Noemi Batki 

Il contrasto si poteva notare ancor più chiaramente perché la piscina adibita alla pallanuoto, che si trova immediatamente accanto a quella dei tuffi, manteneva ancora il suo colore naturale azzurro chiaro.

Anche il tuffatore britannico Tom Daley, che la sera prima aveva vinto il bronzo durante la finale maschile, ha twittato una foto delle due piscine vicine con la didascalia “Ehm … cos’è successo?!”.

Anche la tuffatrice britannica Tonia Couch, ha detto: “Non mi sono mai tuffata in nulla di simile. Abbiamo cominciato a notarlo durante il riscaldamento, e poi durante la gara è diventata ancora più verde”.