Me

Rapiti due professori stranieri a Kabul, in Afghanistan

I due, un americano e un australiano, sono stati attaccati da uomini armati con indosso uniformi delle forze di sicurezza afghane mentre tornavano alla loro abitazione

Immagine di copertina

Due professori stranieri, uno di nazionalità americana e uno di nazionalità australiana, sono stati rapiti a Kabul, capitale dell’Afghanistan nella serata di domenica 7 agosto 2016.

I due uomini, entrambi impiegati presso l’American University of Afghanistan, sono stati attaccati da alcuni uomini armati mentre facevano ritorno alla loro abitazione.

Non si conosco ancora i dettagli del sequestro, ma l’Afghanistan è ancora una volta nella morsa degli attacchi dei Taliban.

Secondo le prime ricostruzioni, degli uomini con indosso uniformi delle forze di sicurezza afghane hanno fermato e distrutto il veicolo su cui viaggiavano i due studiosi, costringendoli a scendere dall’auto.

Negli ultimi mesi sono stati rapiti diversi stranieri, mentre la settimana scorsa alcuni miliziani avevano attaccato un convoglio di turisti stranieri (otto britannici, tre americani e un tedesco) che viaggiavano scortati dai militari. L’aggressione era stata rivendicata proprio dai Taliban.