Me

Il paracadutista che si è lanciato senza paracadute da 7mila metri

Un volo in caduta libera di oltre 2 minuti da un’altezza di 7.260 metri toccando la velocità di 193 chilometri orari. L'uomo è atterrato in una rete di 30 metri quadrati

Immagine di copertina

Un temerario paracadutista sabato 30 luglio è stato il primo uomo a lanciarsi da un’altezza di 7,620 metri senza paracadute o tuta alare e ad atterrare, dopo circa due minuti, dentro una rete di 30 metri per 30 metri nel deserto della California.

Il video dell’impresa, ripreso e trasmesso su Fox, fa impallidire qualsiasi sport estremo. Luke Aikins, di 42 anni, e oltre 18mila lanci col paracadute alle spalle, ha battuto ogni record.

Una caduta libera in cui ha raggiunto la velocità massima di 193 chilometri orari. 

Durante il suo lancio, tre uomini lo hanno accompagnato per aiutarlo a mantenere la posizione. I tre hanno poi aperto il proprio paracadute. Per guidarlo nell’atterraggio, solo le luci lampeggianti posizionate ai bordi della rete.

Al momento dell’atterraggio, la folla in delirio ha applaudito Aikins, che è immediatamente sceso a terra per abbracciare la moglie e il piccolo figlio.

“É incredibile, stavo quasi levitando. Ce l’ho fatta, non ho parole”, ha commentato l’impresa, o il folle gesto, davanti alle telecamere. “Mentirei se dicessi di non essere stato nervoso prima del salto nel vuoto”, ha ammesso.

“Il volo di Aikins rappresenta il culmine di una carriera di 26 anni che segna il record del più alto lancio senza paracadute o tuta alare”, ha commentato il suo manager Justin Aclin in una mail.