Me

Cosa è successo il 29 luglio nel mondo

Un riassunto semplice e chiaro di quello che è successo oggi nel mondo

Immagine di copertina

Italia: È morta all’età di 85 anni, presso la clinica La Madonnina di Milano, la stilista, ex modella e animatrice di numerosi salotti, Marta Marzotto. Nata nel 1931 a Reggio Emilia, figlia di un casellante e di una mondina, crebbe presso la città lombarda di Mortara. Dopo aver lavorato come mondina prima e come sarta poi, conosce presso la sartoria Aguzzi di Milano il conte Umberto Marzotto, esponente della nota famiglia di industriali tessili, con cui inizia una relazione e si sposa nel 1954. Dal loro matrimonio nacquero cinque figli. Dopo il divorzio, la Marzotto continuò a usare il cognome dell’ex marito. Più avanti intraprese una relazione con il pittore Renato Guttuso, che la rappresentò in numerose sue opere.

 -Polonia: Papa Francesco si è recato nel campo di concentramento nazista di Aushwitz, in cui oltre un milione di prigionieri, in maggioranza ebrei, furono uccisi durante la Seconda Guerra Mondiale. Il Pontefice ha varcato da solo il tristemente celebre cancello con la scritta Arbeit Macht Frei e ha camminato lungo il viale di ingresso, fermandosi infine a riflettere e pregare in solitudine. Francesco, assorto con le mani unite in preghiera e gli occhi semichiusi è rimasto oltre 15 minuti su una panchina di fronte a una forca dove i nazisti impiccavano i prigionieri ribelli per incutere timore agli altri. Poi si è spostato verso i “blocchi” dove si trovavano le camere a gas e ha salutato undici sopravvissuti. Ha acceso una candela e l’ha deposta lungo il “muro della morte”, dove venivano fucilati i prigionieri e si è seduto su una sedia a pregare di fronte alla cella in cui fu rinchiuso il Santo francescano Massimiliano Kolbe, che morì di fame per salvare la vita a un compagno. Infine ha lasciato un messaggio scritto nel libro d’onore di Auschwitz: “Signore, abbi pietà del tuo popolo, Signore perdona per tanta crudeltà”.

 – Turchia: Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan vuole che l’esercito e i servizi segreti siano posti sotto il suo diretto controllo come contromisura in seguito al tentativo di colpo di stato avvenuto in Turchia lo scorso 15 luglio. La notizia è stata riportata in seguito alla riunione durata oltre cinque ore del Supremo consiglio militare turco – presieduto dal primo ministro Binali Yildirim -, svoltasi il 29 luglio, e dopo che oltre 1.700 militari che hanno preso parte al tentativo di colpo di stato sono stati rimossi dai propri incarichi.

 – Norvegia: La Norvegia ha annunciato che per il centenario dell’indipendenza della Finlandia, nel 2017, potrebbe regalare al paese vicino una montagna che diventerebbe la vetta più alta della nazione. Attualmente il punto più alto della Finlandia è una vetta di 1.324 metri nel complesso montuoso di Halti, all’interno del circolo polare artico. La montagna è al confine con la Norvegia e il picco più alto si trova nel territorio della nazione scandinava. Quindi il governo di Oslo ha avuto l’idea di spostare il confine di 40 metri e donare alla Finlandia il picco di Hálditšohkka, di sette metri più alto.

 – Siria: Gli Stati Uniti hanno terminato la costruzione di una base militare situata a 35 chilometri della città siriana di Kobane, vicino al confine con la Turchia. I lavori per la base militare, che include una pista di atterraggio, erano iniziati due mesi fa. Secondo fonti militari sarà utilizzata dalla coalizione internazionale per lanciare l’offensiva per riconquistare la città di Manbij, a nord di Aleppo. Nelle ultime settimane l’aviazione della coalizione internazionale ha compiuto numerosi bombardamenti nell’area in supporto dei guerriglieri curdi che combattono l’Isis. Tuttavia i bombardamenti della coalizione sono sotto accusa per aver colpito per errore alcuni civili. Secondo l’Osservatorio siriano per i diritti umani, giovedì 28 luglio almeno 28 persone, tra cui sette bambini sono morti nel villaggio di Ghandour.

Un attacco aereo ha colpito un ospedale pediatrico supportato da Save the Children nel nordovest della Siria, provocando la morte di persone e l’uccisione di altre tre. Syria Relief, un’agenzia di aiuti umanitari che gestisce la struttura ha riferito che le persone rimaste uccise nel raid aereo erano parenti di alcuni pazienti ricoverati, mentre Save the Children ha precisato che la bomba ha colpito l’ingresso dell’ospedale nella provincia di Idlib. 

 – Stati Uniti: Hillary Clinton ha accettato la nomina come candidato democratico per la presidenza degli Stati Uniti durante l’ultimo giorno della convention del suo partito a Filadelfia. E facendolo, è entrata nella storia diventando la prima donna a essere candidata alla Casa Bianca.