Me

Dilma Rousseff non parteciperà alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi

La presidente, il cui incarico è stato sospeso a causa dell'impeachment, ha reso noto di non voler prendere parte all'evento di Rio de Janeiro in una posizione secondaria

Immagine di copertina

La presidente brasiliana Dilma Rousseff, il cui mandato è stato sospeso dopo che il parlamento le ha votato l’impeachment per il coinvolgimento nello scandalo Petrobras, ha reso noto che non parteciperà alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, che si terrà il prossimo 5 agosto presso lo stadio Maracanà.

La ragione per cui ha preso la decisione è che non ha intenzione di prendervi parte in una posizione secondaria. Secondo un portavoce del presidente facente funzioni, Michel Temer, a Dilma era stato offerto un posto nella fila dietro a Temer, e non al suo fianco.

Anche il predecessore di Dilma, Luiz Inacio Lula da Silva, ha annunciato che non prenderà parte alla cerimonia, nonostante il suo ruolo fondamentale nell’assegnazione dei Giochi Olimpici a Rio.

La posizione di Dilma e di Lula è abbastanza complessa. La prima, infatti, potrebbe essere definitivamente rimossa dal suo incarico qualora perdesse il processo riguardo l’impeachment. Il secondo, invece, deve fronteggiare l’accusa di corruzione.