Me

Zika, in Spagna nasce un bambino affetto da microcefalia

Si tratta del primo bambino in Europa nato con la malformazione da una madre che aveva contratto il virus durante la gravidanza

Immagine di copertina

In Spagna è stato registrato il primo caso in Europa di bambino nato con microcefalia associata al virus Zika, ha riferito la sanità spagnola lunedì 25 luglio 2016.

Benché siano decine le persone in Europa che hanno contratto il virus, solitamente dopo un viaggio nei paesi colpiti come il Brasile, è la prima volta che nasce un bambino affetto da microcefalia da una madre che ha contratto la Zika.

Alla donna era stato diagnosticato il virus a maggio e aveva deciso di tenere il bambino, ha riferito una portavoce delle autorità sanitarie regionali della Catalogna.

La Zika, trasmessa dalle zanzare, è stata messa in relazione con centinaia di casi di microcefalia. In Spagna sono stati segnalati 190 casi di infezione, 189 dei quali in seguito a un viaggio e uno trasmesso sessualmente.

La donna, che era incinta di 20 settimane al momento della diagnosi, ha contratto il virus e anche la dengue durante un viaggio in America Latina.

I dottori dell’ospedale Vall d’Hebron di Barcellona hanno riferito che le condizioni del bambino sono stabili. “È sotto osservazione ma non ha bisogno di assistenza per respirare”, ha detto Felix Castillo, primario dell’unità di cura neonatale dell’ospedale.

— Leggi anche: Tutto ciò che dovreste sapere sul virus Zika