Me

Un uomo ha ucciso una donna a colpi di machete in Germania

Il responsabile è un giovane siriano di 21 anni, richiedente asilo. Altre due persone sono rimaste ferite. L'attacco è avvenuto subito dopo un litigio

Immagine di copertina

Domenica 24 luglio, un uomo armato di machete ha ucciso una donna e ha ferito altre due persone a Reutlingen, vicino a Stoccarda, in Germania. Lo ha reso noto la polizia tedesca.

Il responsabile del gesto è un giovane siriano di 21 anni, richiedente asilo. Alcuni testimoni hanno raccontato che l’attacco è avvenuto in seguito a una lite scoppiata fra l’uomo e la donna. Secondo il quotidiano tedesco Bild, quest’ultima era incinta. 

Il crimine si è consumato nelle vicinanze di un negozio che vende kebab dove la donna lavorava, a Listplatz. L’aggressore è stato immediatamente fermato e arrestato dalla polizia nei pressi della stazione degli autobus di Reutlingen. 

Le autorità hanno poi precisato che l’uomo ha agito da solo e che non vi sono reali pericoli per altre persone. Non risultano ancora chiari i motivi alla base dell’aggressione. Tuttavia, hanno precisato le autorità tedesche, il giovane era già noto alle forze dell’ordine per altri atti di violenza compiuti in passato. 

Tuttavia, l’episodio è avvenuto in un contesto già segnato da forti tensioni generate dagli ultimi avvenimenti. L’ultimo, in ordine di tempo, risale a venerdì 22 luglio, con la strage compiuta nel centro commerciale di Monaco di Baviera, dove nove persone per lo più adolescenti sono rimasti uccisi in una sparatoria.

Una settimana prima, un ragazzo afgano aveva ferito 21 passeggeri a bordo di un treno.