Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

Me

Stiamo riprogettando interamente l'organizzazione dei contenuti del nostro sito per offrirti un servizio migliore. Scopri di più

L’ultimo giorno della convention repubblicana a Cleveland

Il fotoreportage di Iacopo Luzi da Cleveland, nel quarto e ultimo giorno di convention del partito di Donald Trump

Immagine di copertina

Donald Trump è ufficialmente il candidato alla presidenza degli Stati Uniti, e ha concluso ieri 21 luglio con il suo discorso la convention repubblicana di Cleveland, in Ohio.

Nel suo intervento finale, Trump ha rimarcato i concetti già espressi durante tutta la sua campagna elettorale, parlando di sicurezza, e delle minacce da lui ritenute più gravi, ovvero quelle dell’islamismo radicale e dei migranti illegali, promettendo “pace e prosperità per l’America”.

In contrapposizione alla politica di Clinton, accusata di aver causato “morte, distruzione, terrorismo e debolezza” durante il suo servizio come segretario di Stato del presidente Obama, Trump ha insistito nuovamente sulla costruzione di un muro tra gli Usa e il Messico per fermare immigrazione illegale e traffico di droga.

Nonostante l’intero discorso fosse diretto alla pancia dell’America “bianca” e più conservatrice, Trump, ormai in vista delle presidenziali, ha anche toccato i temi dei diritti Lgbt, promettendo protezione dalle violenze e dalla discriminazione, e del livello di disoccupazione della comunità afroamericana.

Le immagini di Iacopo Luzi da Cleveland raccontano per TPI il quarto e ultimo giorno della convention repubblicana.